Sperimentazione dell’Università di Cassino sulle Tecniche di Contabilizzazione Calore in Casi d’Uso Reali

Questa è la presentazione di una sperimentaizone molto interessante e rigorosa condotta dall’Università di Cassino che ha installato dei ripartitori calore in un edificio e confrontato i risultati di misura con dei contatori di riferimento. Questa ricerca ha messo in evidenza errori tipici dei ripartitori calore superiori al 9% e massimi del 40%. Ancor peggio ri gli errori tipici di altre tecniche di contabilizzazione calore “indirette”. Il seguente grafico riassume i risultati sperimentali:

 

ACCURACIES COMPARISON TABLE

Gli errori tipici e massimi messi in evidenza nel grafico per le ultime tre tecniche di contabilizzazione derivano dalla sperimentazione dell’Università di Cassino. Per una spiegazione dettagliata circa la scarsa accuratezza e i fenomeni fisici che possono, mediamente, incrementare ulteriormente l’errore tipico rilevato dall’Università di Cassino, si faccia rifereimento a questo articolo.

pdf download
Print this post